L’eleuterococco.

Posted by

L’eleuterococco (Eleutherococcus senticosus) o più comunemente ginseng siberiano, è un arbusto originario della Cina, Mongolia e Siberia. La porzione più importante di questa pianta si trova a livello della radice, in cui sono presenti i componenti fitochimici che hanno attività biologica e apportano benefici al nostro organismo.

Proprietà.

  • E’ un ottimo adattogeno, ovvero migliora la risposta dell’organismo in relazione alla fatica,anche quando come accade in primavera è peggiorata dalle allergie.  È utilizzato in caso di debolezza, astenia, in caso di stress psicofisico o per migliorare la lucidità mentale nello studio e nel lavoro. In particolare, l’eleuterococco stimola in maniera positiva la ghiandola surrenalica, regolarizzando il flusso di cortisolo e di adrenalina all’interno del nostro organismo, generando un miglioramento del tono dell’umore, delle capacità cognitive, del controllo dell’ansia, contrastando stanchezza, astenia e apatia.  Inoltre, induce, tramite un buon indirizzamento dell’insulina, a utilizzare il glucosio a livello muscolare, migliorando la performance fisica e assicurando una rapida azione defaticante, rendendolo un ottimo alleato anche per gli sportivi.
  • Rinforza il sistema immunitario, migliorando le risposte dell’organismo nei confronti di agenti patogeni, grazie ad un aumento delle concentrazioni di linfociti B, T e neutrofili.

Formulazioni e supplementazione.

L’eleuterococco è disponibile in versione fluida, sotto forma di tintura madre o fiale, e come estratto secco (polvere), in capsule. La supplementazione può durare 3-4 settimane, poi va sospesa ed eventualmente ripetuta a distanza di 2 mesi. Va assunto al mattino, per non interferire con il sonno. Rivolgiti sempre al tuo farmacista o medico di fiducia per sapere la formulazione e la posologia più adatta alle tue esigenze.

Controindicazioni.

È preferibile evitare l’assunzione di eleuterococco se si soffre di insonnia, ipertensione, tachicardia e mal di testa.

Interferisce con diversi farmaci, quali antibiotici, barbiturici, diuretici, ansiolitici e psicofarmaci.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.