La rucola

Posted by

La rucola è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Brassicaceae (Crucifere), la stessa di cavoli e dei broccoli. Ne esistono due tipi, quella coltivata, chiamata Eruca sativa, e quella selvatica, Diplotaxix tenuifolia.

Proprietà.

  • Favorisce la digestione, stimolando la produzione dei succhi gastrici.
  • Carminativa, favorisce l’espulsione dei gas intestinali.
  • Depurativa e disintossicante. L’alto contenuto di acqua e la presenza di fibre aiutano a espellere tossine e sostanze dannose da fegato e reni.
  • Protettiva nei confronti dell’ulcera. Il meccanismo alla base non è del tutto chiaro, si è osservato che tale effetto potrebbe essere dovuto agli antiossidanti, presenti nella rucola, che aumento il muco intestinale e riducono le prostaglandine endogene.
  • Migliora il microbioma intestinale, favorendo la crescita di alcune specie batteriche, come Lactobacillus acidophilus e plantarum.
  • Azione antiossidante, grazie ai glucosinolati e ai polifenoli.
  • Ha proprietà rilassanti ed è consigliata per favorire il sonno. L’infuso si ottiene mettendo in una tazza di acqua calda 6 foglie di rucola e qualche fiore di camomilla e lasciando in infusione per 10 minuti.
  • Azione antitumorale, per mezzo dei isotiocianati, e in particolare dell’ereucina. Questa sostanza è in grado di inibire la proliferazione e indurre l’apoptosi di alcuni tipi di cellule tumorali (Azarenko et al, 2014, PLOS One).

Guida all’acquisto e alla conservazione.

La rucola va consumata fresca, acquistatela con foglie dal colore verde intenso e mai ingiallite.  Per mantenerla in frigo, è necessario lavarla e tenerla in un sacchetto, dopo averla asciugata, consumandola entro 4-5 giorni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.