La papaya.

Posted by

La papaya è un frutto tropicale, originaria dell’America Centrale, che appartiene alla famiglia delle Caricacee. Esistono moltissime varietà di papaya tanto che nel mondo, se ne coltivano 50 qualità differenti, simili per i colori della buccia e della polpa, ma differenti per l’aroma. Sono però due le varietà maggiormente note:

  • Papaya “solo” ha la forma simile a una pera allungata con una buccia esterna ruvida e di colore giallastro. La polpa interna è succosa, dal sapore dolce ed è di colore giallo-arancione.
  • La Miradol detta anche messicana, è una varietà che, oltre ad avere un gusto dolce più spiccato, è molto più grande. Ha la buccia esterna liscia e tendente al giallo.

Proprietà:

  • Migliora la digestione. Dalla papaya si ottiene un succo ricco di papaina, un enzima capace di digerire le proteine alimentari, migliorando e regolarizzando i processi digestivi.
  • Mantiene la pelle sana e giovane, grazie ai carotenoidi e alla vitamina E, che combattono i radicali liberi e contrastano l’invecchiamento, favorendo la rigenerazione cellulare.
  • Contrasta l’insufficienza venosa e la fragilità capillare, per mezzo dei flavonoidi che rafforzano i capillari sanguigni e mantengono la loro permeabilità. Il consumo di papaya può così risultare utile in caso di vene varicose o emorroidi.
  • Rafforza il sistema immunitario. Questo frutto è un’ottima fonte di vitamina C, un nutriente essenziale per aumentare la risposta immunologica del corpo dagli attacchi di virus e batteri. I suoi principi attivi aiutano a prevenire l’influenza, il raffreddore e disturbi di origine virale.
  • Alleata della salute cardiovascolare. L’azione benefica sul cuore è data dalla sua capacità di ridurre il colesterolo LDL, grazie a fibre ed enzimi. Inoltre, il consumo di papaya aiuta a tenere pulite le arterie e grazie al potassio, regolarizza naturalmente la pressione arteriosa.
  • Combatte la stitichezza, grazie alla papaina e al suo alto contenuto di fibre. Assumerla al naturale, nei frullati o nelle insalate favorisce i movimenti intestinali.
  • Ottima nelle diete ipocaloriche. La papaya ha solo 30 kcal per 100 gr di parte edibile, e quindi risulta estremamente indicata per i soggetti obesi o in sovrappeso. Inoltre, da un lato la papaina ci fa sentire meno gonfi e meno affamati, e dall’altro, l’alto contenuto d’acqua della polpa garantisce al frutto un’azione depurativa e diuretica, combattendo il ristagno dei liquidi in eccesso.

Guida all’acquisto e alla conservazione.

Per evitare di incorrere in una papaya poco matura dal gusto poco dolce e asprigno, scegli frutti dalla buccia che virano verso un bel giallo-arancio, scartando quelli ancora verdi. Inoltre, leggi bene l’etichetta e prediligi un frutto arrivato nei nostri mercati per via aerea.

Conservala a temperatura ambiente e non in frigorifero, in quanto come tutti i frutti tropicali sopporta male il freddo.

Come consumarla.

La papaya può essere consumata a colazione o come spuntino, anche insieme all’ananas per potenziarne l’azione drenante e depurativa.

Dopo un pasto ricco, consiglio di mangiala con una macedonia di frutta, ciò aiuterà la digestione e la scissione delle proteine.

L’impiego più comune è senza dubbio in frullati o smoothie: in questo caso ricordati di combinarlo con ortaggi come carote, spinaci o con frutti poco zuccherini come gli agrumi per non aggiungere ulteriori zuccheri, e alleggerire la consistenza.

Controindicazioni.

Non mangiare papaya:

  • Se assumi farmaci anticoagulanti.
  • Se sei allergico al lattice.
  • Se sei in gravidanza.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.