Il pompelmo

Posted by

Il pompelmo è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Rutacee e al genere Citrus.

Proprietà.

  • Stimola la secrezione dei succhi gastrici, facilitando la digestione, e aumenta la motilità intestinale, grazie alle fibre, risultando utile anche in caso di stipsi.
  • Effetti cardioprotettivi. I carotenoidi di questo agrume, il betacarotene e il licopene, agendo come antiossidanti, sono utili a proteggere le arterie dall’ossidazione dei grassi, evitando la formazione di placche aterosclerotiche. Inoltre, la naringenina, responsabile del sapore amore, interagisce con una proteina localizzata a livello dei mitocondri cardiaci, proteggendo l’attività del cuore.
  • Amico della linea. Il pompelmo ha un basso indice glicemico, poche calorie e apporta iodio e cromo, minerali in grado di stimolare il metabolismo degli zuccheri e dei grassi, facendo bruciare più calorie. L’elevata quantità di fibre permette di soddisfare la fame e mangiare meno. Infine, studi recenti dimostrano che l’aroma che sprigiona il pompelmo appena sbucciato ha un effetto saziante.
  • Drenante e depurativo, grazie all’elevato contenuto di acqua e di potassio, aiuta a combattere la ritenzione idrica, la cellulite e favorisce le funzionalità del fegato e dei reni.
  • Supporta il sistema immunitario, per mezzo della vitamina C, A e degli antiossidanti presenti, che riducono la durata e le conseguenze di un raffreddore o di un’influenza.
  • Esalta gli effetti tonici del caffè. Inoltre, aggiungendo un cucchiaino di succo di pompelmo in una tazzina di caffè si ottiene un ottimo analgesico.
  • Concilia il sonno, essendo un’ottima fonte di triptofano. Basta bere un bicchiere di spremuta per contrastare l’insonnia.

Guida all’acquisto.

E’ bene preferire pompelmi biologici non trattati con pesticidi o altri veleni. Verifica che il frutto sia pesante e la buccia brillante.

Avvertenze.

Alcuni componenti del pompelmo sono potenti inibitori del citocromo P450 un enzima localizzato a livello intestinale ed epatico che si occupa di detossificare l’organismo da circa il 50% dei farmaci. La lista dei farmaci è in continuo aggiornamento ma tra questi ritroviamo antiaritmici, ansiolitici, antistaminici, anticoagulanti, chemioterapici, antivirali e corticosteroidi.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.