I semi di lino.

Posted by

I semi di lino sono dei piccoli semi che si ottengono dalla pianta Linum usitassimum.

  • Combattono la stitichezza, grazie alle fibre di cui sono particolarmente ricchi. Un cucchiaino ne contiene ben 3 grammi, che corrisponde più o meno al 10% della razione giornaliera consigliata.                                    I semi di lino sono principalmente emollienti, e facilitano il transito intestinale. Quando entrano in contatto con i liquidi presenti in stomaco e intestino, creano le mucillagini, che ammorbidiscono le feci e ne aumentano il volume. Questo incremento, stimola la peristalsi – i movimenti intestinali – e quindi l’evacuazione delle feci stesse.                                                                                                                                         Utilizzo: Metti in ammollo per una notte in un bicchiere d’acqua un cucchiaio di semi di lino. La mucillagine che troverai al mattino va separata dai semi con un colino. Bevi il liquido rimasto a stomaco vuoto. Puoi anche aggiungerlo a tè e tisane. Questa bevanda favorisce la peristalsi e l’eliminazione delle scorie intestinali.
  • Fonte di acidi grassi essenziali. I semi di lino sono considerati -così come i loro derivati, l’olio e la farina di semi di lino- una delle fonti vegetali più preziose di acidi grassi Omega 3, che sono implicati nella prevenzione cardiovascolare e dell’aterosclerosi. Gli omega 3 sono potenti antiinfiammatori e contribuiscono, associati a una dieta equilibrata e al movimento fisico, a controllare le concentrazioni di trigliceridi nel sangue.                                                                                                                                                     Utilizzo: Per beneficiare delle proprietà dei semi di lino, è opportuno tritare questi ultimi e sminuzzarli prima di ingerirli, così facendo il corpo sarà in grado di assimilare le preziose sostanze nutritive. Possiamo poi aggiungerli allo yogurt, a macedonie, alle insalate o a verdure grigliate, a zuppe o minestre.
  • Aumentano la sazietà, grazie alle fibre, e sono utili in diete ipocaloriche.
  • Utili contro sciatalgia, tensioni e contratture. I semi di lino hanno notevoli proprietà riscaldanti, antinfiammatorie ed emollienti, e la capacità di mantenere a lungo la temperatura senza assorbire l’umidità e per questo sono davvero un toccasana contro i dolori vivi.                                                        Utilizzo per via esterna: Si possono scaldare e applicare sulla zona dolente, sotto forma di impacchi e cataplasmi. Oppure usare l’olio di semi di lino per fare massaggi che sciolgono la tensione e danno sollievo al senso di compressione tipico delle sciatalgie.

Dose consigliata: 1 grammo e mezzo al giorno per gli uomini, e un grammo per le donne.

Controindicazioni. Da evitare in gravidanza, allattamento, nei bambini piccoli, e nei soggetti che soffrono di colon irritabile, diverticolite o malattie degenerative.

Annunci

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.