I pistacchi

Posted by

I pistacchi sono i semi dell’albero Pistacia vera L., della famiglia delle Anacardiaceae. Si presentano come semi di forma ovale dal tipico colore verde, racchiusi in un guscio legnoso e rivistiti da una “pellicina” violacea.

Composizione.

I pistacchi contengono:

  • acidi grassi insaturi in abbondanza,
  • proteine,
  • molte fibre,
  • magnesio e potassio,
  • fitosteroli (quali stigmasterolo e campesterolo),
  • luteina, xantina,
  • γ-tocoferolo e polifenoli (con note proprietà antiossidanti),
  • e diverse vitamine come la vitamina K, E, B e C.

Proprietà.

  • Riducono il rischio cardiovascolare, per un’azione combinata del potassio, antiossidanti, fitosteroli e degli acidi grassi buoni.
  • Mantengono elastiche le arterie, abbassano i livelli di colesterolo cattivo LDL, alzano le quote di quello buono HDL, e riducono la pressione sistolica.
  • Proteggono gli occhi, grazie alla luteina e xantina, e riducono il rischio di malattie oculari, soprattutto in età avanzata.
  • Rafforzano la salute di ossa e denti, per mezzo dei Sali minerali e della vitamina K.
  • Mantengono la pelle idratata e i capelli sani, per la presenza di isoflavoni, e della vitamina E.
  • Contrastano le infiammazioni, riducendo le molecole di adesione cellulare, e le concentrazioni di interleuchina 6. Inoltre, secondo uno studio pubblicato su The Journal of the American College  of Nutrition, un aumentato consumo di Omega 3 e polifenoli è connesso a una riduzione dell’infiammazione silenziosa, legata all’insorgenza di diabete di tipo 2, ma anche di obesità e patologie croniche. Ottimo risulta quindi l’abbinamento tra i pistacchi e le migliori fonti di polifenoli, quali frutti rossi, uva nera, prugne, curcuma e tè verde.

Infine, è bene sottolineare che il consumo di pistacchi non contribuisce ad un aumento di peso o dell’indice di massa corporea, se assunti all’interno di un regime alimentare equilibrato, come riporta una rewiev pubblicata sul British Journal of Nutrition. Il basso indice glicemico dei pistacchi, abbinato ad un elevato apporto di grassi e di fibre, aumenta il senso di sazietà in quanto diminuisce il tempo di svuotamento gastrico. Per questo motivo una porzione di circa 30 grammi di pistacchi rappresenta un ottimo ‘spezza fame’, e uno snack ideale prima del pranzo e della cena.

Guida all’acquisto.

Quando acquisti i pistacchi, cerca sempre quelli non tostati e non salati.

La tostatura, a causa delle alte temperature, può pregiudicare il contenuto di grassi buoni e altri nutrienti. Per lo stesso motivo, andrebbero conservati al riparo da luce e calore. L’aggiunta di sale invece smorza le virtù antipertensione del seme verde.

Tra i pistacchi non sgusciati e sgusciati, invece è sempre bene prediligere i primi: la copertura legnosa esterna protegge il pistacchio da agenti inquinanti e ne preserva i nutrienti, in particolare gli antiossidanti.

Bibliografia:

Pablo Hernández-AlonsoMònica Bulló,  and Jordi Salas-Salvadó.                                                                        Pistachios for Health, Nutr Today. 2016 May; 51(3): 133–138.

M.Bullo, M Juanola-Falgarona, P.Hernandez-Alonso and J. Salas-Salvado                                                            Nutrition attributes and health effects of pistachio nuts. British Journal of Nutrition 2015,113,s79-s93

Simona Terzo, Sara Baldassano, Gaetano Felice Caldara, Vincenzo Ferrantelli, Gianluigi Lo Dico                       Review Article- Health benefits of pistachios consumption. Natural Product Research 2017 Dec 15:1-12.

 

Annunci

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.