Cattiva digestione: consigli sull’alimentazione e rimedi fitoterapici

Posted by

Senso di gonfiore, pesantezza e acidità sono tutti sintomi tipici della cattiva digestione, o dispepsia.

Cause.  Il suo manifestarsi è favorito dallo stress e dall’abitudine a consumare i pasti in fretta e con una scarsa masticazione. In questi casi, infatti, si finisce per ingerire, insieme al cibo, grandi quantità di aria (aerofagia) che si accumula poi nello stomaco e nell’intestino rendendo più faticoso digerire.

Possono essere ulteriori fattori favorenti:

  • pasti troppo abbondanti, ricchi di grassi e fritti;
  • l’abitudine a saltare il pranzo per poi recuperare con abbuffate serali;
  • il consumo eccessivo di alcol e di caffè;
  • la conduzione di una vita sedentaria e il fumo. La nicotina, in particolare, una volta entrata nell’organismo, aumenta la produzione di acido nello stomaco e riduce la produzione di bicarbonato (che riveste le pareti dello stomaco neutralizzando l’azione dei succhi gastrici).

All’origine del disturbo può esserci anche l’assunzione prolungata di farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) o un’infezione da Helicobacter pylori.

Rimedi

Escludendo i casi di dispepsia legati a fattori patologici (e in questo caso è bene rivolgersi al proprio medico curante), e se il disturbo è lieve, possono essere d’aiuto le piante, che ricreano un giusto equilibrio nello stomaco.

Lo zenzero è in grado di aumentare la contrattilità dello stomaco (azione procinetica), accelerandone lo svuotamento, contrastando la formazione di gas e favorendo la digestione.

    La curcuma ha proprietà antiinfiammatorie intestinali, depura da scorie ed eccessi accumulati nel tempo.

    Il coriandolo ha un effetto antifermentativo e riduce coliche, gonfiori addominali e intestinali.

 La camomilla, oltre ad avere un effetto sedante e rilassante, evita l’infiammazione dello stomaco e dell’intestino, aiuta ad evitare la flatulenza e la sensazione di pesantezza.

La tisana alla menta è ottima, soprattutto in caso di indigestione, poiché stimola i succhi gastrici e rilassa i muscoli dello stomaco.

Alimentazione.

Innanzitutto, è bene assumere quantità di cibo moderate e pochi alimenti diversi nello stesso pasto. Quindi, mangiare lentamente e con calma, dedicando il giusto tempo a ogni pasto. Tra i cibi da preferire vi sono:

  • Ortaggi e frutta fresca, soprattutto carote, cavolo, finocchi, ravanelli, mele, pere, ananas e papaya.
  • Riso integrale insieme con l’avena, sono i cerali migliori per contrastare le infiammazioni del tratto digerente, in quanto libera nello stomaco una certa quantità di amidi che vanno a proteggere le cellule della parete interna.
  • Tra le proteine animali scegli carni bianche e pesci magri (nasello, orata, acciughe, rombo, sogliole) cotti a ferri, formaggi leggeri, albumi e yogurt magro.

Per prevenire i gas prodotti dalla digestione, usa un pizzico di cannella sui piatti. E per alleviare il bruciore, prova un bicchiere d’acqua con un cucchiaino di succo di aloe prima dei pasti.  

Annunci

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.